Gemma di Uomini e donne è "impazzita": ecco cosa ha combinato -Guarda guarda gli uomini

Gemma di Uomini e donne è "impazzita": ecco cosa ha combinato -Guarda

Gemma di Uomini e donne è impazzita: ecco cosa ha combinato

Gemma di Uomini e donne è "impazzita", ecco cosa ha combinato la dama del trono over: è diventata decisamente più disinibita e mette alle corde i cavalieri che la corteggiano, fino a provocare reazioni sdegnate.

Senza contare che sembra non ne voglia sapere di ascoltare i suggerimenti di Tina Cipollari...


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Venerdì 7 Aprile 2017 - Ultimo aggiornamento: 08-04-2017 16:18

Vai a ilMessaggero Tv
+TUTTI I VIDEO DI SPETTACOLI
Domenica In, le sorelle Parodi nel mirino di Striscia la Notizia: bufera sul web
Video

Domenica In, le sorelle Parodi nel mirino di Striscia la Notizia: bufera sul web

  • Malgioglio e Signorini sono stati insieme? Ecco i dettagli della storia d'amore

    Malgioglio e Signorini sono stati insieme?...

  • Il crudele scherzo de Le Iene a Eva Henger: il finale è con lacrime

    Il crudele scherzo de Le Iene a Eva Henger:...

  • Grande Fratello Vip, salta la finale del 20 Novembre: ecco cosa ha deciso la produzione del reality

    Grande Fratello Vip, salta la finale del 20...

  • Carlo Cracco presenta la quarta stagione di Hell's Kitchen: «Sarà uno show più forte e più vero»

    Carlo Cracco presenta la quarta stagione di...

  • Gf vip, Daniele Bossari in lacrime: faccia a faccia con Jeremias Rodriguez

    Gf vip, Daniele Bossari in lacrime: faccia a...

  • “Chi m'ha visto”, il nuovo film di Pierfrancesco Favino e Giuseppe Fiorello

    “Chi m'ha visto”, il nuovo...

  • Toro Scatenato, il film di Scorsese con De Niro sulla vita di La Motta: la scena del pugno

    Toro Scatenato, il film di Scorsese con De...

Prev
Next
COMMENTA LA NOTIZIA
  • ULTIMI INSERITI
  • PIÙ VOTATI
0 di 0 commenti presenti
Vai a IlMessaggero Foto
+TUTTE LE FOTOGALLERY DI SPETTACOLI
L'ex modella Marianne Barnard accusa Roman Polanski: "Mi molestò quando avevo dieci anni"
foto gallery

L'ex modella Marianne Barnard accusa Roman Polanski: "Mi molestò quando avevo dieci anni"

Sanremo, il premio Premio Tenco 2017 a Vinicio Capossela
foto gallery

Sanremo, il premio Premio Tenco 2017 a Vinicio Capossela

Sanremo, Vinicio Capossela al premio Tenco
foto gallery

Sanremo, Vinicio Capossela al premio Tenco

Sanremo. Premio Tenco 2017.
foto gallery

Sanremo. Premio Tenco 2017.

Roma, arriva Iconic, la mostra ispirata a Madonna e al suo Rebel Heart tour
foto gallery

Roma, arriva Iconic, la mostra ispirata a Madonna e al suo Rebel Heart tour

I mostri a teatro con la Famiglia Transylvania
foto gallery

I mostri a teatro con la Famiglia Transylvania

CULTURA

+ TUTTE LE NOTIZIE DI CULTURA
L'oro di Mussolini, il mistero irrisolto del tesoro scomparso
Cultura
SCATTI E RISCATTI
condividi

L'oro di Mussolini, il mistero irrisolto del tesoro scomparso

di Carlo Nordio

L'enigma della Gioconda nuda arrivata al Louvre: potrebbe essere di Leonardo
Cultura
LA SCOPERTA
condividi
1

L'enigma della Gioconda nuda arrivata al Louvre: potrebbe essere di Leonardo

di Rachele Grandinetti

Arte, il 15 ottobre torna la Giornata d'Autunno del Fai: aperti 600 luoghi segreti
Cultura
I TESORI D'ITALIA
condividi

Arte, il 15 ottobre torna la Giornata d'Autunno del Fai: aperti 600 luoghi segreti

di Laura Larcan

CINEMA

+ TUTTE LE NOTIZIE DI CINEMA
L'attrice Lupita Nyong'o: «Anch'io molestata da Weinstein: dissi di no, ma...»
Cinema
LA RIVELAZIONE
condividi

L'attrice Lupita Nyong'o: «Anch'io molestata da Weinstein: dissi di no, ma...»

L'attrice di E.R. accusa George Clooney di mobbing: «Mi ha fatta fuori quando ho parlato di molestie»
Cinema
GLI SCHELETRI
condividi

L'attrice di E.R. accusa George Clooney di mobbing: «Mi ha fatta fuori quando ho parlato di molestie»

di Rachele Grandinetti

Harvey Weinstein, i media Usa: «Ha lasciato Los Angeles per entrare in rehab»
Cinema
LA RIVELAZIONE
condividi

Harvey Weinstein, i media Usa: «Ha lasciato Los Angeles per entrare in rehab»

di Giacomo Perra

TELEVISIONE

+ TUTTE LE NOTIZIE DI TELEVISIONE
«Questa sera due eliminati», clamorosa gaffe degli autori a microfoni aperti
Televisione
IL PASTICCIO IN DIRETTA
condividi

Grande Fratello Vip: "Questa sera due eliminati", clamorosa gaffe degli autori a microfoni aperti

di Ida Di Grazia

Mika, uno show da capogiro
Tele&Visioni
condividi

Mika, uno show da capogiro

di Marco Castoro

Filippo Bisciglia, dal Gf alla conduzione tv: «Sogno un game show»
Televisione
L'INCONTRO
condividi
1

Filippo Bisciglia, dal Gf alla conduzione tv: «Sogno un game show»

di Filippo Bernardi

MUSICA

+ TUTTE LE NOTIZIE DI MUSICA
Sergio Cammariere premiato al Tenco: «Sanremo? Un palco magico»
Musica
condividi

Sergio Cammariere premiato al Tenco: «Sanremo? Un palco magico»

di Rita Vecchio

Vinicio Capossela approda al Tenco: «Le mie corde che legano l'uomo e il mare»
Musica
L'ARTISTA
condividi

Vinicio Capossela approda al Tenco: «Le mie corde che legano l'uomo e il mare»

di Rita Vecchio

"Duri da battere", Renga in motoscafo a Capodimonte per il video del singolo con Max Pezzali e Nek
Viterbo
VIDEOCLIP
condividi

"Duri da battere", Renga in motoscafo a Capodimonte per il video del singolo con Max Pezzali e Nek

di Federica Lupino


guarda gli uomini

hublot classic fusion all black
ساعة كارتير
replica omega horloges
Hublot classic fusion king gold

Tutti gli uomini del re (2006) Streaming




0 valutazione
(voti 0)
DVDRip
2006
Visualizzazioni: 130
Il nome originale: All the King's Men Streaming
Genere: Dramatico / Thriller
Paese: Germania
Durata: 90 Min
Regia: Steven Zaillian
Attori: Sean Penn, Jude Law, Anthony Hopkins, Kate Winslet
Traduzione: Italian
Il thriller del 2006 Tutti gli uomini del re Streaming parla di Willie Stark è un venditore a domicilio e un attivista politico appassionato nella Louisiana degli anni ‘30. Il suo carisma e le sue indubbie capacità politiche non restano inosservate. Reclutato dal partito democratico, si accorge presto di esserne il burattino e decide di fare per sé e per i suoi “villani”. Nominato governatore dello stato della Louisiana, Stark presenta un programma rivoluzionario, contro il monopolio dei “banchieri”, a favore dei diritti civili e della ridistribuzione delle ricchezze.


Tutti gli uomini del re (2006) Streaming Altadefinizione

Clicca qui per guardare Tutti gli uomini del re (2006) in UHD/4K














Back to Host

Tutti gli uomini del re (2006) Streaming ITA Gratis - Vi consigliamo di guardare:
  • Bandidas (2006) 2006
    Bandidas (2006)
    BDRip
  • I figli degli uomini (2006) 2006
    I figli degli uomini (2006)
    BDRip
  • Tutti gli uomini del re (2006) 2006
    Tutti gli uomini del re (2006)
    DVDRip
  • American Dreamz (2006) 2006
    American Dreamz (2006)
    DVDRip
  • Louisiana (2015) 2015
    Louisiana (2015)
    HD
I migliori film dell'anno
Fuga da Reuma Park (2016)Suicide Squad (2016)Mechanic: Resurrection (2016)Oceania (2016)Captain America 3: Civil War (2016)
Top Film Del Mese
Fast and Furious 8 (2017)Baby Boss (2017Cattivissimo Me 3 (2017)Transformers 5: L'Ultimo Cavaliere (2017)Guardiani della Galassia Vol. 2 (2017)
Migliori film della settimana
The War - Il Pianeta delle Scimmie (2017)IT (2017)Alien: Covenant (2017)Baywatch (2017)Power Rangers (2017)


Gli uomini di Marte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai a: navigazione, ricerca
Gli uomini di Marte
I protagonisti del film
Titolo originale ジャンボーグA&ジャイアント Huo xing ren
Paese di produzione Giappone, Thailandia, Taiwan
Anno 1976
Durata 82 min (100 min secondo altre fonti[1])
Rapporto 2.35 : 1
Genere fantascienza, fantastico
Regia Hung Min Chen (come Seika Den)
Soggetto Fu Meai-Shing
Sceneggiatura Jack Lin
Casa di produzione Hsing Hua Film Company
Shochiku
Tai Ji Film Company
Distribuzione (Italia) Torino Film
Musiche Shunsuke Kikuchi, Pink Floyd
Interpreti e personaggi
  • Chiang-Lung Wen
  • Wei-Hsin Chang
  • Bao Yu Wang
  • Hsiao-hsuan Lu
  • Ai-wen Chou

Gli uomini di Marte o Mars Men - Gli uomini di Marte (ジャンボーグA&ジャイアント Huo xing ren) è un film del 1974[1] per la regia di Chen Hun-Ming con lo pseudonimo di Seika Den.

È un film fantastico-fantascientifico su cui non vi sono informazioni certe, considerato generalmente uno spin-off della serie televisiva tokusatsu giapponese Jumborg Ace (Janbôgu Êsu) del 1973, a sua volta prodotta sulla scia di Ultraman di Eiji Tsuburaya.[1]

Indice

  • 1 Trama
  • 2 Produzione
  • 3 Note
  • 4 Bibliografia
  • 5 Collegamenti esterni

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Rincorrendo una palla da baseball finita in una profonda voragine, il piccolo Ling penetra in una enorme caverna dove scopre degli antichi manufatti. Il signor Huei, suo padre, riconosce nella mostruosa statuetta che il ragazzino ha trovato e portato a casa, la raffigurazione, vecchia di 3.000 anni, di Yak Wat Jang, il mitologico "demone del tempio".

Mentre la Tv diffonde l'incredibile messaggio ricevuto da una nave extraterrestre, che annuncia l'intenzione di conquistare l'universo a cominciare dalla Terra, padre e figlio cadono colpiti da una misteriosa radiazione emessa dalla statuetta. L'oggetto viene subito recuperato dal dottor Suriya, uno scienziato che è a capo del PAT (Protective Attack Team), agguerrito e supertecnologico organismo di difesa planetaria. Intanto due colossali guerrieri alieni penetrano a loro volta nei sotterranei scoperti da Ling e trafugano la "pietra solare" con la quale, dalla Luna dove hanno posto la loro base, attivano un'arma che colpisce con raggi distruttivi le città della Terra.

A salvare il pianeta sarà il demone dormiente nell'antica statuetta, che, risvegliato da una pioggia di radiazioni, crescerà a dismisura fino a raggiungere le dimensioni delle macchine nemiche. A lui si unirà Jumborg Ace, super robot statunitense altrettanto gigantesco. Assieme, i due campioni avranno ragione dei rispettivi avversari al termine di uno scontro fantasmagorico.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

« C'è molta incertezza sui dati relativi a questa pellicola, poiché le informazioni al riguardo sono davvero scarse e discordanti. Alcune filmografie la datano al 1974, attribuendola ad una co-produzione nippo-thailandese; altre invece la definiscono una co-produzione nippo-taiwanese del 1976. »

(Fantafilm[1])

« Il giovane thailandese Sompote Saengduenchai (Sompote Sands nei credit export dell’unico film distribuito in occidente, Crocodile) parte alla volta del Giappone negli anni ’60, grazie ad una borsa di studio governativa, per studiare cinema. Lavorando alla Toho, Sands incontra il maestro degli effetti speciali Eiji Tsuburaya. Sands si innamora delle produzioni TV di Tsuburaya e, tornato a casa, fonda la sua casa di produzione specializzata in film fantasy, la Chaiyo Productions.

Nel 1974 Sands dirige due film coprodotti con la Tsuburaya: Hanuman pob Jed Yodmanud (meglio conosciuto con il titolo inglese The 6 ultra brothers vs. the monster army) e Yak Wat Jaeng phob Jambo A (traslitterato a volte Yuk Wud Jaeng pob Jambo A e conosciuto anche con il titolo giapponese Jumborg A & Giant). In 6 ultra brothers (7 nella versione thai) alcuni membri della famiglia Ultraman incontrano Hanuman, il dio scimmia indù. Insieme affrontano un “esercito” di cinque mostri provenienti da diversi serial della Tsuburaya su di un campo di battaglia offerto da immagini girate ex-novo e di repertorio. Il film viene distribuito ufficialmente anche in Giappone cinque anni dopo.

Sorte diversa capita a Yak Wat Jaeng phob Jambo A, prodotto dalla sussidiaria Thai Burin Film Co LTD. Come per 6 ultra brothers, vengono girate nuove scene con un cast thailandese ed uno staff tecnico essenzialmente giapponese, gli effetti speciali sono realizzati da Kazuo Sagawa, nome fisso alla Tsuburaya, rimpolpati con spezzoni presi dalla serie TV Jumborg A (Ace).

Yak Wat Jaeng phob Jambo A, proiettato la prima volta a Bangkok il 16 marzo 1974, diventa subito un grande successo, ventunmila spettatori nel primo giorno di uscita, incassa cifre da capogiro e poi…scompare. Non viene distribuito in Giappone, non viene recuperato per il mercato casalingo, rimangono solo le bellissime locandine a testimoniarne l’esistenza.

In Yak Wat Jaeng phob Jambo A il cyborg giapponese incontra Yak Wat Jaeng, una statua vivente che nella realtà si trova a Bangkok come guardiano presso il tempio buddista Wat Arun. Yak Wat Jaeng era già apparso in un film di Sompote: Tah Tien del 1973. Del Yak Wat Jaeng phob Jambo A di Sands non è rimasto che qualche frammento contenuto nella versione taiwanese, pesantemente rimontata, distribuita nel 1976 con il titolo cinese di Hua Xing Ren (o Huo Hsing Jen) che significa letteralmente “Gli uomini di Marte”. Cosa ne sia della versione originale nessuno lo sa: persa, rubata, custodita da Sands. Per aggiungere confusione al mistero, Hua Xing Ren, viene venduto all’estero dalla giapponese Shochiku (Shokoiku sui manifesti italiani) e viene spontaneo chiedersi come mai la casa nipponica che ha prodotto, tra i tanti, titoli come Odissea sulla Terra, Distruggete DC 59 e l’Allucinante fine dell’umanità, ha i diritti della versione taiwanese e non thailandese. Il film viene venduto all’Italia e distribuito nel 1977 nei cinema dalla romana I.N.D.I.E.F. (Internazionale Nembo Distribuzione Importazione Esportazione Film) oltre a Francia e Turchia. Al momento l’unica copia esistente dell’edizione taiwanese è quella contenuta nella VHS italiana della Torino Video.

Mars Men – Gli uomini di Marte ha un cast interamente taiwanese e utilizza poco della versione thai. Alla regia Chan Hung-Man (Seika Den sul manifesto italiano e Chen Hun-Ming nei titoli di testa), regista essenzialmente di film di arti marziali, action e qualche fantasy come A valiant villain e quel semi-sequel di Mars Men intitolato Chan Shen. Nel cast invece (giusto per utilizzare i nomi che appaiono nei titoli di testa altrimenti conosciuti con almeno una mezza dozzina di alias e traslitterazioni diversi) due visi noti per le apparizioni in svariati film di arti marziali: Wen Chang-Lung, il protagonista dall’aspetto sempre un po’ schifato, e Fang Mien, l’anziano professore che guarda in TV un vecchio film interrotto dall’arrivo dei marziani, poi Yeh Hsia-I, giovanissimo attore apparso anche in Mantieni l'odio per la tua vendetta, e Wong Bo-Yuk, nell’unico ruolo femminile, che reciterà in film di ogni genere come l’horror-splatter The Devil.

Se l’edizione italiana sia frutto di un ulteriore rimaneggiamento è impossibile da capire ma sembra abbastanza improbabile. Il film ha una sua compattezza e denota un minimo sforzo produttivo da parte taiwanese, cosa che non si può dire della riedizione thailandese del 2001 distribuita nei cinema e successivamente in VCD e DVD.

Il nuovo Yak Wat Jaeng phob Jambo A è più un bignami di Jumborg Ace (dalla nascita del cyborg fino a Jumborg 9) realizzato con un montaggio che fa un utilizzo massiccio di nuove scene prese dalla serie TV, alcune scene vengono persino ripetute. Ogni tanto degli effetti in digitale vengono sovrapposti agli spezzoni anni ’70 per cercare di modernizzarli ma si accresce solo il senso di caos generale. Della pellicola thai originale non rimangono che pochissimi spezzoni, molto probabilmente ridoppiati, dove due protagonisti visitano il tempio di Wat Arun alla ricerca della pietra magica, qualche estensione delle scene utilizzate in Mars men e, curiosamente, un’apparizione di Yak Wat Po, interamente tagliata dalla versione taiwanese, che affronta Junkiller Junior.

Con parte dello stesso staff (regìa e produzione) e cast (tranne i protagonisti principali) Chan Hung-Man dirige una sorta di sequel di Mars Men conosciuto con i titoli Chan Shen (il dio della guerra), Ta Tsai Nan (la grande calamità), Calamity per le vendite export e spesso ribattezzato sui siti asiatici come Guan gong da zhan wai xing ren (il generale Guan contro gli uomini spaziali). Distribuito il 24 Luglio 1976, Chan Shen è stato per lungo tempo considerato un film perduto fino a che non è stata ritrovata una copia in VHS pochi anni fa. La notizia è stata riportata da parecchi siti e programmi televisivi cinesi creando un piccolo culto intorno al film che ha portato persino alla realizzazione nel 2011 di un cortometraggio sequel-parodia, Gwangong Vs. Alien. Calamity unisce due elementi: i disaster movie tanto in voga nel periodo e i kaiju eiga, in declino ma rinvigoriti al di fuori del Giappone dai vari cloni. »

(Nocturno[2])

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Bruno Lattanzi e Fabio De Angelis (a cura di), Gli uomini di Marte, in Fantafilm.
  2. ^ Template:Nocturno

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Max Della Mora , L'enigma degli uomini di Marte, Nocturno n°149, Marzo 2015

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Bruno Lattanzi e Fabio De Angelis (a cura di), Gli uomini di Marte, in Fantafilm. (fonte utilizzata)
  • Scheda su filmbrutti.com, filmbrutti.com.
  • (EN) Gli uomini di Marte, su Internet Movie Database, IMDb.com.
Portale Cinema
Portale Fantascienza
Estratto da "https://it.wikipedia.org/w/index.php?title=Gli_uomini_di_Marte&oldid=87947839"






TESORI D'ITALIA
condividi

Arte, il 15 ottobre torna la Giornata d'Autunno del Fai: aperti 600 luoghi segreti

di Laura Larcan

CINEMA

+ TUTTE LE NOTIZIE DI CINEMA
L'attrice Lupita Nyong'o: «Anch'io molestata da Weinstein: dissi di no, ma...»
Cinema
LA RIVELAZIONE
condividi

L'attrice Lupita Nyong'o: «Anch'io molestata da Weinstein: dissi di no, ma...»

L'attrice di E.R. accusa George Clooney di mobbing: «Mi ha fatta fuori quando ho parlato di molestie»
Cinema
GLI SCHELETRI
condividi

L'attrice di E.R. accusa George Clooney di mobbing: «Mi ha fatta fuori quando ho parlato di molestie»

Harvey Weinstein, i media Usa: «Ha lasciato Los Angeles per entrare in rehab»
Cinema
LA RIVELAZIONE
condividi

Harvey Weinstein, i media Usa: «Ha lasciato Los Angeles per entrare in rehab»

di Giacomo Perra

TELEVISIONE

+ TUTTE LE NOTIZIE DI TELEVISIONE
«Questa sera due eliminati», clamorosa gaffe degli autori a microfoni aperti
Televisione
IL PASTICCIO IN DIRETTA
condividi

Grande Fratello Vip: "Questa sera due eliminati", clamorosa gaffe degli autori a microfoni aperti

di Ida Di Grazia

Mika, uno show da capogiro
Tele&Visioni
condividi

Mika, uno show da capogiro

di Marco Castoro

Filippo Bisciglia, dal Gf alla conduzione tv: «Sogno un game show»
Televisione
L'INCONTRO
condividi
1

Filippo Bisciglia, dal Gf alla conduzione tv: «Sogno un game show»

di Filippo Bernardi

MUSICA

+ TUTTE LE NOTIZIE DI MUSICA
Sergio Cammariere premiato al Tenco: «Sanremo? Un palco magico»
Musica
condividi

Sergio Cammariere premiato al Tenco: «Sanremo? Un palco magico»

di Rita Vecchio

Vinicio Capossela approda al Tenco: «Le mie corde che legano l'uomo e il mare»
Musica
L'ARTISTA
condividi

Vinicio Capossela approda al Tenco: «Le mie corde che legano l'uomo e il mare»

di Rita Vecchio

"Duri da battere", Renga in motoscafo a Capodimonte per il video del singolo con Max Pezzali e Nek
Viterbo
VIDEOCLIP
condividi

"Duri da battere", Renga in motoscafo a Capodimonte per il video del singolo con Max Pezzali e Nek

di Federica Lupino


guarda gli uomini

hublot classic fusion all black
ساعة كارتير
replica omega horloges
Hublot classic fusion king gold

Tutti gli uomini del re (2006) Streaming




0 valutazione
(voti 0)